Mitsuko
domenica 14 luglio 2019


Domenica pomeriggio, periferia di Aguascalientes.

Accosto la macchina, spengo il motore, prendo il cellulare ed apro whatssap. Scrivo:

“Ehi, come va? Sono arrivato. Ti aspetto giù.”

So che ci vorranno cinque minuti così scendo a sgranchirmi e osservo le brutte palazzine di cemento. Le osservo bene, la bruttezza, delle volte è affascinante come la bellezza.
Immagino le riunioni fra il governo e le imprese costruttrici:
El licenciado vuole ridurre il costo del cemento ma nella fattura bisogna indicare il prezzo pieno”.
“Sono davvero le piastrelle più economiche in circolazione?”
“Le famiglie là dentro ci staranno benissimo... non si preoccupi signor governatore... organizzeremo un grande evento per l’inaugurazione. Riceverà riconoscimento e gratitudine”.

L’adolescente
domenica 30 giugno 2019


Sono le sei del pomeriggio. Un pick up bianco accosta di fronte ad un vecchio edificio nel quartiere di San Marcos, sede di un’associazione ambientalista, dove al primo piano ho affittato una stanza per le mie lezioni d'italiano.

Eccomi
domenica 16 giugno 2019


Eccomi qua. Torno a scrivervi dal Messico in una sonnacchiosa domenica di giugno.

Il prossimo anno dovrò cambiare un po’ di cose nel blog. Nell’introduzione per esempio: “storia di un trentenne” va sostituito con “storia di un quarantenne”.

Che dire di me? Come sto?

Allo specchio tutto bene, la maggioranza dei capelli sono ancora in testa e il fisico tiene, niente pancetta o pettorali flosci. Le corsette al parco e l’esercizio in palestra non mi hanno trasformato in un atleta però hanno avuto un certo effetto nel contrastare l’azione del tempo.

La faccia, quella sì, è un po’ invecchiata con qualche rughetta, soprattutto sulla fronte.

Di veramente nuovo c’è una barbetta alla Van Dyke e qualche macchia da sole sulle braccia.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...