Come imparare lo spagnolo prima di salpare per il Messico
domenica 22 settembre 2013

lo spagnolo latino

A volte mi scrivono: “Parlo benissimo l'inglese, come me la caverò in Messico?”. Beh, in Messico molti conoscono l'inglese ma, la maggioranza della popolazione, si esprime in spagnolo latino e quindi, se vogliamo facilitarci le cose, è bene sapere masticare i rudimenti di questa lingua.
La buona notizia è che lo spagnolo non è una lingua difficile da imparare; per noi italiani è sicuramente più facile dell'arabo, del cinese o del finlandese. Ve lo dice uno che alle superiori aveva 6- in inglese.
 Il fatto che sia “facile” presume comunque una buona dose di lavoro e di dedizione per impararne le basi. Parlare spagnolo non significa aggiungere una esse alle parole italiane e nemmeno esprimersi in dialetto veneto. Ci sono strutture grammaticali e molte parole nuove da imparare.

Per la vostra avventura in Messico è necessario padroneggiare lo spagnolo ad un livello intermedio; non vale la pena dedicare anni di studio per arrivare ad un livello superavanzato, quando gli stessi progressi potrete comodamente raggiungerli vivendo in Messico.

Alla luce della mia esperienza, se si parte da zero, ecco come muovere i primi passi nel fantastico mondo della lingua spagnola:

  1. Iscrivetevi ad un corso di spagnolo base. In ogni città esistono molte possibilità per tutte le tasche : scuole di lingue private, associazioni culturali, biblioteche, circoscrizioni comunali.
    Fate però attenzione:
    L'insegnante: E' meglio che sia madrelingua (spagnolo o latino americano) e con qualche anno di esperienza di insegnamento.
    Materiale: se il libro di testo è stato stampato nel 1970, il linguaggio è obsoleto. Cambiate corso.
    Gruppo: Più è piccolo meglio è.
    Lezione: Una buona lezione viene data completamente in spagnolo; si prediligono attività creative come conversazioni, risoluzioni di problemi pratici, simulazioni di situazioni della vita quotidiana. Se il maestro si limita a spiegare una regola di grammatica e poi assegna esercizi, non va bene.
  2. Contrattate il maestro. Dopo il primo livello, se vi trovate bene con il maestro, contrattatelo privatamente e dividete le spese del corso con uno o due compagni particolarmente motivati. Fate in modo che il maestro vi prepari un programma di studio mensile nel quale siano indicati i temi e gli obiettivi linguistici che vi propone.
  3. Lavorate intensamente: Se volete essere produttivi, è meglio dedicare allo spagnolo molte ore di studio settimanali e porsi obiettivi a breve termine, che fare il contrario.
  4. Ascoltate quotidianamente podcast di spagnolo. (Su I-tunes ce ne sono centinaia). Quando avrete fatto progressi sarete in grado di ascoltare anche autentici programmi radio. Potete esercitare la vostra comprensione auditiva mentre fate jogging o guidate per andare al lavoro.
  5. Stringete amicizie con i madrelingua. I Social Network possono aiutarvi in questo. Sono sicuro che siete abilissimi ad usarli. Mi permetto di segnalarvi Mixxer, che è specifico proprio per chi sta studiando una lingua straniera.
  6. Fate errori. Non preoccupatevi di sbagliare perché, all'inizio, ci si sbaglia molto e si fanno anche delle magre figure ma è parte del processo. Vinta la paura, è tutta discesa.
Spagnolo di Spagna e spagnolo latino sono differenti? Sì un po'. Per rispondere a questa domanda gli specialisti potrebbero organizzare un congresso ma, se studiate spagnolo di Spagna, in Messico vi capiranno bene.


In bocca al lupo!

2 commenti:

  1. Condivido in pieno. E vorrei segnalare alcuni utilissimi siti gratuiti:
    www.audiria.com ,che permette di imparare la grammatica (si legge e si ascolta ciò che si legge) e di svolgere esercizi.
    http://www.wordreference.com/conj/Esverbs.aspx ,un sito per la coniugazione dei verbi.
    http://www.grimmstories.com/language.php?grimm=026&l=it&r=es per esercitarsi con le traduzioni di semplici testi.
    Se non si è capito sto studiando lo spagnolo ;-)

    RispondiElimina

Che ne pensi?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...