Una notizia triste da Verona
sabato 27 luglio 2013


Questa mattina, curiosando su twitter, ho scoperto con profonda tristezza che è scomparsa una persona a me cara; Carlo Furlan, uno dei principali esponenti del mondo del volontariato veronese.
Ho posato la tazza di tè e ho pensato che era la prima volta che ricevevo notizie del genere via twitter e che effetto strano riceverle in questo modo.

Carlo Furlan era uno di quegli uomini che pensano in grande, ma non aveva sogni, bensì disegni.
Possedeva anche il potere magico (che qualcuno chiama carisma) di far accorrere da ogni dove persone di età e di estrazione sociale diversa e metterle all'opera.

Storia di Valentina: un'educatrice italiana in Messico
lunedì 15 luglio 2013

Oggi incontriamo e conversiamo con Valentina Dallapè , (la seconda nella foto, partendo da destra), una giovane venticinquenne originaria di Stravino, un paesino della provincia di Trento che si è trasferita in Messico per un'esperienza inusuale ma, come leggeremo, davvero toccante e significativa.


Psicologia per espatriare in Messico
domenica 7 luglio 2013


prepararsi a vivere fuori dall'Italia
Se, navigando nell'oceano di internet, siete approdati al mio blog, è probabile che state cercando informazioni per compiere il gran passo, ovvero mollare tutto e trasferirvi in Messico.

La difficoltà maggiore quella di trasformare il sogno in un progetto e "di farlo sul serio". Ciò significa preparare una valigia, salutare gli amici e prendere l'aereo.
Tra il dire e il fare nel "progetto Messico" spesso ci si imbatte in queste difficoltà:



Decalogo del riccastro
lunedì 1 luglio 2013


Quando un europeo giunge in Messico, si rende conto che, in questo paese, praticamente non esiste la classe media o è molto ridotta. La maggioranza della popolazione è povera a fronte di poche famiglie enormemente (schifosamente, direbbe qualcuno) ricche.

Quando un ricco ti mostra la sua lussuosa casa, le sue auto, i suoi privilegi, la prima reazione è di grande sorpresa. Subito si pensa a voce alta: “Questo in Italia sarebbe molto difficile da ottenere, anche per un professionista affermato”. 

A meno di non essere un neocon, un thatcheriano, un reaganiano convinto, immediatamente la mente va ai vecchietti fuori in strada senza pensione che raccolgono la spazzatura per mettere insieme i soldi per mangiare, ai ragazzini che non si possono permettere di andare a scuola e alla miseria che il Messico quotidianamente sopporta. 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...