La notte in cella
mercoledì 21 novembre 2012

-->
Una volta il sindaco di Verona aveva proposto la notte in cella per tutti quelli che osavano barcollare in centro storico dopo le undici di sera, magari cantando una canzonaccia. Il sindaco sceriffo pensava al rigore del west americano. 

«Ti portiamo in cella, Joe, così la smaltisci»

In Messico questa pratica è molto diffusa, anche ad Aguascalientes. Durante una lezione di italiano in una scuola superiore è venuto fuori che uno studente si era fatto il sabato sera in cella per essere stato fermato ubriaco. Chiesi «Quanti fra voi sono stati in cella?»

Tutto il gruppo alzò la mano ad eccezione dell'unica ragazza presente.
«E tu?» le domandai.
«Io non ci sono stata, ma sono andata a prendere mio fratello».

Allora volli sapere di più. Mi dissero che le pattuglie di polizia ricevono denaro extra per ogni individuo sospetto che conducono in cella (Qui la cella si chiama C4). 

Quanti amici perdo quando vado in Messico?
lunedì 19 novembre 2012

Avete presente quando mettete in standby la televisione? L'apparecchio si spegne, non trasmette più immagini e suoni, rimane accesa solo una lucetta rossa che vi ricorda che il televisore funziona e può essere facilmente riacceso premendo un tasto del telecomando.

Più o meno così succede con le amicizie italiane quando espatriate in paesi lontani.

Quando annuncerete la notizia della vostra partenza gli amici saranno presenti, vorranno sapere tutto sulla vostra motivazione, su cosa farete se le cose si mettono male, se avete pensato a questa o quell'eventualità. Preparatevi ad ascoltare fiumi di consigli.

Ma vivere in Messico ti cambia?
lunedì 12 novembre 2012


A parte le fotografie, tutto ciò che esiste è in movimento e in trasformazione. Va incontro a trasformazioni sia il viaggiatore giramondo che la monaca di clausura.

Viaggiare, secondo me non cambia le persone, le amplia. 

Chi viaggia o vive per lungo tempo lontano da casa deve infatti adattarsi ad un ambiente nuovo molto complesso, nel quale deve rinascere ed imparare praticamente tutto, da prepararsi da mangiare con gli ingredienti locali fino alla lingua e alla maniera di relazionarsi con le persone. 

Succede solo in America Latina
mercoledì 7 novembre 2012

"Come si fa a prendere sul serio un'università che arruola come insegnante di italiano uno che ha studiato scienze forestali? basta essere madrelingua per insegnare all'università? di che livello universitario stiamo parlando?? in Europa si riuscirebbe forse a trovare impiego in una scuola di lingue di infima categoria."
E' difficile credere che un laureato in scienze forestali possa dare lezione di italiano in un'università pubblica straniera. 

In the Meanwhile
domenica 4 novembre 2012

"In the Meanwhile" è un nuovo progetto di documentario di "Due Monete" e racconta la storia di giovani europei espatriati in cerca di fortuna in paesi in via di sviluppo. Vi ho collaborato anch'io.

Nella vita però non sono così serio... è il video che mi incupisce, eh! eh!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...