Cosa può arrivarti nella posta elettronica qui in Messico
domenica 13 maggio 2012


Ogni tanto nella casella di posta elettronica mi arrivano le “catene”.
Me le invia qualcuno che si presume sia mio amico, ignaro che, con questo gesto, sta sgretolando la solidità del nostro rapporto.

Quando mi arrivano, a volte non resisto, e, sentendomi masochista, le apro e faccio surf sull'onda della superficialità mentre, con l'ausilio di presentazioni PowerPoint piene di orsetti e altri animali graziosi, mi si spiega il significato della parola felicità, il senso profondo della vita, come sorridere nelle avversità, come vedere in lato positivo in ogni situazione difficile.

La presentazione si conclude con generose profezie di prosperità che si avvereranno non appena avrò inviato il prezioso documento a cento contatti della mia rubrica, in caso contrario la mia esistenza scivolerà in cupi scenari.

Alla fine butto tutto nel cestino pensando alla faccia di chi ha dedicato un pomeriggio della sua esistenza a produrre tale utilissima meraviglia e, ovviamente, gli auguro ogni male.

So che il karma buddista, senza fretta, si occuperà di portare a termine il lavoro sporco.

E qui in Messico arrivano catene? Certo, eccome!

Ne circolano parecchie nello stile sopra descritto però si accompagnano ad altre più, come dire, Mexican Style.

Non è raro che la domenica mattina, mentre sorseggi il caffè, ti arrivi una mail nella quale si chiede aiuto per far fronte alla difficile situazione economica, sociale e psicologica di una giovane ragazza brutalmente picchiata e violentata da un gruppo di pandilleros sbandati e ubriachi (o da suo zio).
Per dare maggior veridicità alla storiella si aggiunge una serie di foto dell'infelice così crude che potrebbero disturbare persino un medico forense.

Ovviamente, anche in questo caso, il testo si conclude con una richiesta di denaro e la preghiera di continuare a far girare la mail. Uff!

Ciò che però mi ha colpito di più e che mi ha ispirato questo post è il fatto che le catene vengono utilizzate anche per scopi religiosi. Conversioni online! Ecco per esempio cosa si è inventato un fedele della Vergine di Guadalupe.

Traduco il testo per voi. Perdonatemi però non resisto ad aggiungere in azzurro qualche commento:





Ciao, grazie di ricevermi. (Temo di non aver avuto scelta!) Ti prometto di non farti perdere troppo tempo, ho solo voluto intromettermi nella tua vita piena di impegni per chiederti alcuni minuti del tuo prezioso tempo. (Ti pare poco?) Invochiamo la salvezza del mondo e di tutta l'umanità. Però preghiamo soprattutto per te, per la tua famiglia e per i tuoi bisogni (Ti avviso che i miei bisogni, sono assai immorali). Prega con me:

“Dio ti salvi Maria, piena di grazia. Il Signore è con te, benedetta fra tutte le donne e benedetto il frutto del tuo ventre Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell'ora della nostra morte amen.”

Oggi ho giurato alla Vergine che avrei mandato la sua immagine a tutti i miei contatti per vedere fino a dove sarebbe arrivata. (Scommetto che i risultati dell'esperimento saranno pubblicati sulla rivista Science) Adesso ti chiedo che tu faccia lo stesso. (Se lo facessi sarebbe come dire che ti assomiglio...però, a mio modo, ti aiuterò) Non ignorarla. Ti darò 9 angeli che ti custodiscano (Io sono adulto, non ho bisogno di protezione, non hai delle Huri?).
Se la invii a 9 amici in 9 minuti riceverai una buona notizia . (Anche se ho la radio spenta?)
Non farti domande, abbi fede. (Che poi è il tipico atteggiamento delle persone intelligenti. Mi hai proprio convinto, diventerò un guadalupano).

1 commenti:

  1. Spettacolo i tuoi commenti in azzurro cadono a pennello!

    Io ho imparato a fare una cosa anni fa, ogni volta che mi arriva una email dove nel titolo c'è FW la cancello direttamente, se la persona che mi invia queste catene insiste, lo avviso di fare attenzione perché mi sta irritando e se continua nonostante l'avviso (solitamente gentile) semplicemente lo elimino dai miei contatti.

    la cosa da fare è tenere una email per le "cazzate" ed una per il lavoro, però prima o poi anche in quella del lavoro giungeranno queste catene...

    Vabbè... bisogna portare pazienza, non ci resta altro da fare.

    ora vado a farmi un caffettino che mi sto abbioccando...

    RispondiElimina

Che ne pensi?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...