Scolari messicani
venerdì 28 ottobre 2011

Qualche mese fa vi avevo scritto che avevo cominciato ad insegnare in una scuola superiore e all'università. E' un'esperienza molto interessante lavorare con gli adolescenti però o mi sono perso un passaggio o sono diventato improvvisamente molto vecchio.
Anche la mia generazione sui banchi di scuola era tremenda ma nel tempo si sono aggiunte cose impensabili negli anni '90.
Ho redatto una lista delle discutibili abitudini dei giovani studenti messicani.  Eccola a voi!


  • Tutti hanno sempre le cuffiette dell'I-pod che gli pendono sul collo. Ogni tanto mi chiedono se possono ascoltare musica mentre faccio lezione, secondo loro non ostacola per niente la concentrazione, anzi la favorisce.
  • Se sono stanchi dormono, senza farsi troppi problemi. Una volta all'università uno si era addormentato sulla cattedra del professore. Ti dispiace ragazzo, dovrei appoggiare la mia roba...
  • Se la sedia risulta scomoda si sdraiano sul pavimento e usano lo zaino come guanciale, come se fossero su un prato durante un picnic.
  • Le ragazze durante la lezione si truccano attingendo da beauty case degni delle star di Hollywood. E si mettono pure lo smalto sulle unghie.
  • Se durante il week end si sono drogati sentono il bisogno di dirtelo.
  • Piuttosto che prendere appunti fanno foto alla lavagna con il cellulare.
  • Le fonti ufficiali per ogni ricerca scolastica sono wikipedia e un sito che si chiama el rincon del vago che tradotto potrebbe suonare come l'angolo dello svogliato. Il lavoro consiste in un rapido taglia e incolla (senza nemmeno eliminare i collegamenti ipertestuali)
  • Quando c'è da fare un lavoro di gruppo e si chiede loro fonti differenti arrivano con lo stesso materiale fotocopiato però cambiano l'ordine delle pagine.
  • Durante l'intervallo alcune ragazzine ti porgono domande quali: “Lei farebbe un figlio con me?” Uhm, oggi no, è finita la ricreazione.
  • Quando arrivano in ritardo si giustificano con una lunga serie di calamità che ti fanno pensare, diammine dopo tutto questo riesce ancora a camminare.
  • Chiedono che il materiale didattico sia inviato sotto forma di post di facebook

Io tendo a correggere questi atteggiamenti e lo faccio con una certa energia...spero non mi considerino un insegnante eccessivamente duro, poveri piccoli...

1 commenti:

  1. spalle rubate all'agricoltura... ma non per molto

    RispondiElimina

Che ne pensi?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...