Il lavoro più brutto del mondo
sabato 28 febbraio 2015


 
Quella del lavoro più brutto del mondo è una classifica che, con il passare degli anni, ho spesso aggiornato.

Qualche anno fa, un collega mi confidò che, per qualche tempo, aveva lavorato presso una cooperativa sociale che faceva traslochi.

Se...allora!
sabato 14 febbraio 2015


Ricordo un episodio dei miei primi mesi in Messico. Avevo contattato via mail un professionista della zona e ci eravamo dati appuntamento un lunedì ad una certa ora. Ci saremmo dovuti incontrare nel suo studio.

Proporre un progetto ad uno sconosciuto, per di più in un paese straniero, in una lingua che ancora non padroneggiavo, mi rendeva nervoso.

Quel giorno, sembravo un adolescente al suo primo appuntamento: vestiti stirati, pettinato, con una cartellina sottobraccio.

Derubato nel Metro
sabato 7 febbraio 2015


Città del Messico, per quanto riguarda la delinquenza, non si può definire una città tranquilla. Alcune famiglie che ho conosciuto hanno ammesso di essersi trasferite ad Aguascalientes in cerca di sicurezza.

Per quanto mi riguarda, Città del Messico, è la metropoli per eccellenza. E' una città caotica ma affascinante, ricca di storia, cultura e mistero.

La colazione di lavoro
mercoledì 28 gennaio 2015


 
Non avevo mai lavorato per una “Corporation”, cioè un'impresa grande e competitiva, guidata da logiche di mercato con lo sguardo proiettato nel futuro ma con i piedi appoggiati su solidi valori.

In passato, avevo chiacchierato con dei coetanei che lavoravano per multinazionali ed erano sempre in giro per il mondo, in giacca e cravatta, ad assistere a riunioni importanti.

La spesa al Bara
sabato 17 gennaio 2015




Vicino a casa mia c'è un supermercato dal nome curioso: “Super Bara” che, tradotto, vuol dire: super economico. E' una struttura semplicissima, fatta di pareti di mattoni e tetto di lamiera. Il pavimento è di cemento industriale e le scaffalature ricordano un po' quelle dei discount italiani.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...