La colazione di lavoro
mercoledì 28 gennaio 2015


 
Non avevo mai lavorato per una “Corporation”, cioè un'impresa grande e competitiva, guidata da logiche di mercato con lo sguardo proiettato nel futuro ma con i piedi appoggiati su solidi valori.

In passato, avevo chiacchierato con dei coetanei che lavoravano per multinazionali ed erano sempre in giro per il mondo, in giacca e cravatta, ad assistere a riunioni importanti.

La spesa al Bara
sabato 17 gennaio 2015




Vicino a casa mia c'è un supermercato dal nome curioso: “Super Bara” che, tradotto, vuol dire: super economico. E' una struttura semplicissima, fatta di pareti di mattoni e tetto di lamiera. Il pavimento è di cemento industriale e le scaffalature ricordano un po' quelle dei discount italiani.

Da Belluno a Queretaro, l'esperienza di Francesca
sabato 10 gennaio 2015


Oggi incontriamo Francesca Chiarelli, brillante informatica bellunese che ha vissuto in Messico e che ci racconterà la sua esperienza.
Francesca è anche autrice di un libro: "Vivere in Messico" che è disponibile qui, in formato cartaceo ed elettronico.

Il papero malefico del Cedazo
lunedì 5 gennaio 2015





Aguascalientes, la regione dalla quale vi scrivo, è un piccolo stato nel cuore del Messico, distante dalle coste e anche lontano dagli Stati Uniti.
Sulle guide turistiche spesso Aguascalientes non viene nemmeno segnalato oppure si legge una breve annotazione: “Da visitare in aprile, durante la feria de San Marcos”. Niente di più.

Tutt'intorno alla capitale, si estende il semideserto, una sterminata pianura dove crescono cactus, e alberi da clima arido come i mezquite e pirules. I tramonti sono rossi e arancioni; il cielo pare infiammarsi.

Il matorral non è un ambiente facile, non ci si può fare scampagnate domenicali perché ci sono spine, serpenti a sonagli e, per molti mesi all'anno, il sole spacca le pietre.

Inoltre, per raggiungerlo, bisogna spingersi oltre l'estrema periferia della città, che è una terra di nessuno, popolata da giovani disoccupati, disorientati, annoiati e spesso anche drogati, che vedendoti con il tuo cestino da picnic, potrebbero farsi venire delle idee e rovinarti la gita.

Come ci vedono i Messicani? Ecco le impressioni di Karen
sabato 27 dicembre 2014



Si aggiunge oggi un nuovo capitolo alla rubrica "Come ci vedono i Messicani?"
Vi presento Karen, una giovane e brillante studentessa di giurisprudenza in intercambio accademico a Urbino.
Ci racconterà le sue impressioni degli italiani e del Bel Paese.

Coraggio Karen, il blog è tutto tuo!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...