Perché aprire un blog quando si espatria
mercoledì 22 aprile 2015



Vi ho mai raccontato come sono diventato un blogger? Credo di no.

Durante l'estate 2010 sono stato in Norvegia; si trattava di un lavoretto estivo, dovevo piantare abeti e diradare piantagioni di pino silvestre.

La Norvegia del nord non brilla per l'effervescente movida notturna perciò un sabato sera, per combattere la noia cominciai a navigare in internet.

Cercavo notizie di italiani che vivessero in Norvegia, magari ce n'era qualcuno vicino. Mi imbattei in questo blog e trascorsi la serata a leggerne i post. Il concetto del blog mi piacque e, tecnicamente, non era molto difficile aprirne uno.

Vale la pena espatriare in Messico?
domenica 12 aprile 2015



Perché espatriare e perché farlo in Messico? Nel corso delle ultime settimane abbiamo parlato di come nasce il desiderio di espatriare, come si sceglie la destinazione e anche come avviene il processo di adattamento al Messico.

Però ne vale davvero la pena?

La crisi dell'espatriato
sabato 4 aprile 2015


 
Abbiamo visto nelle scorse due settimane come nasce l'idea dell'espatrio e come si pianifica. Oggi ci occuperemo invece dell'integrazione nel paese straniero, nel mio caso, il Messico.

L'integrazione è un processo più o meno lungo diviso in fasi. Molti autori ne riconoscono tre:

1) Sorpresa
2) Smarrimento
3) Adattamento

Perché si espatria II
sabato 28 marzo 2015


Introduzione


Nel primo capitolo di questa serie abbiamo visto che la scelta di espatriare non nasce per casualità; è frutto di esperienze che ci hanno avvicinato a questa possibilità.

Nel mio caso c'erano stati degli incontri con cooperanti, la messa in discussione, dopo il conseguimento della laurea, della mia mappa mentale del mondo e un invito da parte di un gruppo di messicani che avevo conosciuto a Verona.

Ci sono espatriati che si sono inspirati a libri o a blog, chi ha compiuto un periodo di studi all'estero, chi si è innamorato di un Paese (o di un suo abitante) nel corso di una vacanza.

Perché si espatria
lunedì 23 marzo 2015


 

Introduzione

Alle scuole medie e alle superiori almeno un paio di temi all'anno erano dedicati alla questione dell'immigrazione. E' bene accogliere gli immigrati? In cosa bisogna essere tolleranti e in che cosa no?
Immigrazione e povertà nel mondo, immigrazione e delinquenza, immigrazione e razzismo. A dire il vero non ricordo bene che cosa scrissi in quei temi.
Ciò che è certo è il fatto che io, da emigrante, non mi ci vedevo nemmeno nei sogni. La mia città, Verona, era grande, la mia Regione, il Veneto grandissimo e l'Italia un paese così grande che forse non avrei mai conosciuto completamente.

Il mese scorso, dopo quattro anni di permanenza in Messico, ho ricevuto il documento migratorio di Residente Permanente; in altre parole io, quello che scriveva i temi sugli immigrati, sono a mia volta un immigrato.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...